Aurea Gran Rosé: un vino territoriale 

20 MAR 2019



di Giovanna Moldenhauer

Aurea Gran Rosé nasce nella Tenuta Ammiraglia a Magliano, acquisita da Frescobaldi nel 1999. Data la non presenza precedente di vigneti «è stato come avere un foglio bianco su cui creare, tra gli altri, un rosé d’eccellenza sintesi di modernità, eleganza, colore» commenta Nicolò d’Afflitto, direttore enologo delle diverse Tenute della famiglia. Sono quindi iniziati gli studi per verificare la vocazionalità dei terreni, sono stati creati nuovi impianti, a partire dal 2001, studiato come realizzare, partendo dalla vigna e vinificandolo con accorgimenti, un vino che fosse sintesi di modernità, eleganza, colore.

Il Syrah ricco di antociani nella polpa esprime al meglio le potenzialità enologiche della Maremma, mentre il Vermentino, con i suoi i floavonoidi, conferisce complessità al vino e permette la stabilizzazione del colore. Alla pigiatura soffice effettuata a basse temperature, dopo la scelta dei mosti, segue la fermentazione in tonneaux di rovere francese. Solo all’assemblaggio un tocco di “vin de reserve” di uva rossa vinificata in bianco, affinata in barrique per 20 mesi, aggiunge struttura e piacevolezza ad Aurea Gran Rosé.

La cantina, situata a soli 20 chilometri dal mare, con una particolare forma che ricorda una nave protesa verso il futuro e simboleggia quasi un taglio nella collina, è stata edificata nel 2006 su disegno dell’architetto Piero Sartogo. Alla presentazione di Aurea Gran Rosé sono state messe a confronto la 2017 prima annata in uscita, con la 2016 prima prodotta ma non commercializzata. Entrambi le etichette, diverse per andamento climatico dell’annata, riflettevano uno stile produttivo ispirato ai rosé francesi, profumi diversi e sfaccettati, un assaggio affascinante nel millesimo precedente, elegante ma ancora sottaciuto nel 2017.

«L’idea di questo vino – commenta Lamberto Frescobaldi, presidente della Tenuta Ammiraglia – nacque una mattina, guardando l’alba tra i vigneti che ci circondano. I tenui raggi di sole, che illuminavano le coste della Maremma, ispirarono Aurea Gran Rosé, connubio perfetto tra mare e vigneti di Syrah e Vermentino, eleganza e armonia della natura». Concludendo poi «Abbiamo scelto con Nicolò di fare vendemmiare alle prime luci dell’alba, esclusivamente a mano e con un team di sole donne. Una scelta voluta per aggiungere ulteriore cura in un momento essenziale e delicato, a cui segue la seconda selezione su tavolo di cernita, una volta arrivata in cantina».

www.frescobaldi.com

ph@ Frescobaldi