Il Mercato Centrale sbarca a Torino

14 APR 2019



di Piergiuseppe Bernardi

Ha già aperto i battenti con successo prima a Firenze e poi a Roma. Ora però il Mercato Centrale, prima che la prossima tappa lo veda diventare protagonista della Milano del food, sbarca a Torino. E lo fa in uno dei contesti che, dalla prima metà dell’Ottocento, per la città della Mole si è consolidato come sinonimo di commercio e scambio: Porta Palazzo. Uno spazio nel quale ha trovato posto il mercato all’aperto più grande d’Europa e nel quale ancora oggi ad avere un ruolo di primo piano sono, ogni giorno, centinaia di bancarelle.

L’obiettivo dell’apertura torinese del Mercato Centrale, frutto di un progetto ideato dall’imprenditore della ristorazione Umberto Montano, è quello dar vita a uno spazio di aggregazione sociale nel quale il food di qualità diventi il fulcro a partire dal quale sviluppare una proposta culturale a tutto campo. A fungere da contenitore di questo spazio sarà il Palafuksas, radicalmente ripensato in un’ottica capace di renderlo il contesto ideale ad ospitare, su tre livelli collegati da comode scale mobili, 26 botteghe nelle quali a trovare posto sono altrettante eccellenze del gusto.

Dal “Pane di Porta Palazzo”, creato da farine ottenute sul posto dalla macinazione del grano duro, alla Fassona di Marco Martini e agli hamburger di Chianina di Enrico Lagorio; dal girarrosto con i polli ruspanti di Alessandro Baronti alle specialità siciliane di Carmelo Pannocchietti; dai formaggi di Beppino Occelli alle selezioni di formaggi e salumi di Beppe Giovale; dalla pizza tradizionale napoletana di Marco Fierro al gelato tutto torinese di Alberto Marchetti, senza dimenticare i vini di Luca Boccoli: e sarà non solo questo, sette giorni su sette, ad attendere torinesi e turisti che decideranno di fare una sosta golosa al Mercato Centrale.

E, in una prospettiva volta a coniugare qualità e prezzi pop, sarà presente al Mercato Centrale anche l’alta ristorazione torinese stellata: quella della Farmacia del Cambio che proporrà i gusti della tradizione piemontese; quella di Marcello Trentini di Magorabin che con la sua Fata Verde elaborerà un ampio ventaglio di proposte vegetariane; quella infine di Davide Scabin del Combal Zero che cucinerà zuppe, uova e verdure utilizzando esclusivamente un’innovativa cottura al carbone.

www.mercatocentrale.it

ph@FedericaDiGiovanni