U-boat: l'eccellenza del Made in Italy alla ricerca del tempo perduto

di Simona Cangelosi


L'Italia è una fonte d'ispirazione infinita, un luogo di grandezza ed eleganza dove l'importanza dello stile permea ogni aspetto della vita. Il segreto è "La Bella Figura" – come amano definirla gli americani - una filosofia culturale che si fonde profondamente nella psiche italiana. La Bella Figura influenza l'arte, l'architettura, il design, anche l'etichetta sociale; tutto dal taglio di un vestito, dal design di un'auto al modo in cui salutare gli amici. Certamente, le radici della moda e del design italiani vanno indietro - alla Firenze del XIV secolo. E come culla del Rinascimento, l'Italia può rivendicare un qualche patrimonio di peso. Famosa per la qualità e l'artigianato, la prestigiosa etichetta "Made in Italy" vale il suo peso in oro. Questa etichetta è sempre stata associata al prestigio. Pensate alle marche di moda come Armani, Valentino e ai marchi produttori di automobili di lusso come Ferrari, Maserati, e Lamborghini.

La domanda che ci poniamo è: c'è un legame tra i designer italiani anche se sono di settori diversi? Condividono qualcosa? Puoi riconoscere la stessa Bella Figura ad esempio nei disegni automobilistici così come negli orologi ad esempio? La risposta è senza dubbio "sì naturalmente!" Quando si parla di orologi si pensa subito alla Svizzera, ma in pochi sanno che uno dei luoghi ad essersi contraddistinto nel mondo dell’orologeria è il nostro Bel Paese, ed in particolare la regione Toscana.

E’ qui, dove il tempo si ferma e si misura, tra le cinte murarie cinquecentesche e le colline verdi lucchesi, circondate da cipressi e vigneti, che nasce ad esempio l’azienda di orologeria U-BOAT a Gragnano, in provincia di Lucca. Porta vessillo dei valori "Made in Tuscany" Italo Fontana, designer e fondatore del marchio, inizia a fare i suoi primi disegni in giovane età. Da sempre incuriosito dal design in generale e dagli antichi strumenti di precisione, raccoglie sensazioni ed emozioni da ciò che lo circonda e lo plasma nelle sue creazioni partendo dalle sue attività e passioni personali, come le vetture di lusso e le corse automobilistiche. Gran parte però dalla sua ispirazione proviene da questi luoghi, da una cittadina di origini romane che fu Stato indipendente fino al 1799: Lucca. Situata nella Toscana nord-occidentale, nella pianura dell'Appennino Tosco-Emiliano, di origine etrusca risalente al lontano 220 a.c. Il centro storico monumentale della città è rimasto intatto nel suo aspetto originario, con architetture di pregio, di notevole ricchezza architettonica: soprannominata la "città dalle 100 chiese", tra torri, campanili e monumentali palazzi rinascimentali. Lucca è una delle principali città d'arte d'Italia, celebre anche al di fuori dei confini nazionali soprattutto per la sua intatta cinta muraria del XV-XVII secolo, una delle poche conservate in Europa poiché mai utilizzata nei secoli passati a scopo difensivo, divenuta patrimonio dell'umanità dell'UNESCO: le famiglie lucchesi hanno infatti una lunga tradizione di democrazia, non subìrono mai attacchi ed ebbero la capacità di gestire bene il proprio patrimonio, non conoscendo mai un giorno di guerra, poiché, già nel ‘400, seppero governare e ben amministrare la ricca cittadina, diventando anche ambasciatori di pace, nonostante le vicissitudini legate alle lotte tra Guelfi e Ghibellini. Tante furono le famiglie nobili al potere, come i Nuccorini, a cui Dante Alighieri dedicò i propri versi: durante il governo dei Medici della vicina Firenze, le grandi famiglie feudali prestarono il loro denaro e le ricchezze per le trattative con la Chiesa, divenendo così un territorio dove ben si radicava il potere temporale e spirituale, il cui tratto distintivo era la ricerca dell’armonia



La storia di U-BOAT inizia però molto prima di Italo Fontana, esattamente nel 1942, seguendo una commissione governativa per la Marina. Suo nonno fece una bozza di un orologio dalle grandi dimensioni, con la corona a sinistra, per garantire al polso maggiore libertà di movimento, un orologio futuristico. La commessa fini nel nulla ma, i disegni diedero a Italo, 18 anni fa, l’idea di riportare il progetto alla luce. Il primo disegno di suo nonno, fu solo il punto di partenza.

Il designer è riuscito a creare uno stile unico: per diversi anni, Italo Fontana disegna e ricrea una linea completamente diversa dagli standard classici dell’orologeria, con pezzi unici artigianali, unisex, caratterizzati da una forte identità, adatti ad ogni condizione atmosferica, con un design distintivo che ha fortificato il Made in Italy nel mondo. Ogni orologio è un pezzo unico che offre una nuova dimensione del tempo, garantito dalla più fine manifattura italiana: le caratteristiche comuni a tutte le creazioni U-BOAT sono l’alta qualità, la selezione dei materiali e soprattutto l’innovazione, in cui Fontana sperimenta l’introduzione di nuove idee, congegni, sistemi e meccanismi, creando e sviluppando valore per i suoi clienti. Oltre al campo dell’orologeria le sue passioni si dividono fra le auto da corsa, i velivoli, e la produzione di vini pregiati. La sua ispirazione è poliedrica, con particolare attenzione ai dettagli, alla passione e dedizione verso il concetto di eccellenza.

Ogni anno, U-Boat, presenta le ultime creazioni del marchio davanti a buyer, distributori, clienti appassionati e stampa internazionale, provenienti da tutto il mondo, durante l’appuntamento denominato “ One day in Tuscany”.



La presentazione viene affidata a Gianfilippo Versari, responsabile comunicazione e PR dell’azienda: “Inizialmente gli orologi U-BOAT venivano riconosciuti dalla grande corona posta sul lato sinistro della cassa e dalle grandi dimensioni, oggi invece per il loro design iconico e identitario. Si riconosce immediatamente se un soggetto sta indossando un U-BOAT anche da distanza e indipendentemente dalle dimensioni dell’orologio. C’è molta ricerca dietro ogni pezzo, accanto all’artigianalità puntiamo tanto sull’innovazione ne è un esempio l'utilizzo del Carbide di Tungsteno, conosciuto per le sue proprietà indistruttibili, il più duro tra tutti i materiali in commercio, così come l’innovativo sistema brevettato per il rilascio della corona dalla posizione di fermo, o il quarto contatore per le 24 ore del giorno. Tutti i modelli sono realizzati con materiali che forniscono alte prestazioni: uno degli ultimi esemplari, dell’ultima fiera di Basilea, è in grado di raggiungere i 1001 metri di profondità. A Italo piacciono materiali come il tungsteno, che non può cambiare in milioni di anni e materiali studiati per cambiare invece col tempo come l’argento e il bronzo sul quale l‘azienda è stata una delle prime a puntare. Un altro orologio sotto il vetro vanta un sottile strato di una pietra, Anatolite, che cambia colore sotto l’esposizione a differenti fonti di luce, consentendo al quadrante di passare dalle tonalità del giallo ambra al verde. Quest’anno l’azienda stupisce introducendo il modello Stratos dallo spessore ridotto e inusuale rispetto alla media degli U-BOAT, adatto ad una occasione speciale, da indossare sotto lo smoking. Il “Doppio Tempo”, possiede invece una ghiera bidirezionale girevole, con sfere spazzolate, ed è realizzato in un particolare bronzo che invecchia di proposito con il tempo per donare un effetto “vintage”, mentre il “Sommerso” possiede una ghiera girevole in acciaio unidirezionale, con cinturino trattato Kodiak che ne garantisce l’impermeabilità, fibbia ardiglione in acciaio, composto da 25 rubini, diametro 45 mm, vetro con trattamento antiriflesso, con lente di ingrandimento sul datario. La caratteristica comune è data dai cinturini in cuoio lavorati e rifiniti a mano con tecniche tradizionali che risalgono al 1800. In un’ industria dell’orologio gestita dalle grandi multinazionali, U-BOAT ha una riconoscibilità internazionale, ma orgogliosamente può ancora considerarsi un’azienda a conduzione familiare, il cui obiettivo è preservare la tradizione orologiaia fiorentina. In pochi anni, U-Boat ha aperto con successo un network globale di retailer e di boutique monomarca come a Mosca e Venezia, che si aggiungono a Roma, Cannes e Firenze, sullo storico Ponte Vecchio. Presente anche a Basilea, in Svizzera, al “Baselworld”, la più importante fiera al mondo dell’industria orologiera, è riuscita a conquistare il grande pubblico e diverse celebrity di fama internazionale, tra cui: Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger, Kenzo Takada, David Beckham, Tom Cruise, Nicolas Cage, Steven Tyler, James Blunt, Victoria Beckham, Lindsay Lohan, Bar Refaeli e i nostrani Beppe Grillo, Il Volo e Giorgio Armani. Recentemente, anche l’attore Steven Seagal, star di Hollywood, ha disegnato il suo orologio U-BOAT: confermando così che il nostro Made in Italy, o meglio in Tuscany, conquista ancora oggi le maggiori vette al mondo.



ARTICOLI CORRELATI

Grana Padano, una storia Antica e sempre Moderna
Santa Rosa, da Monastero a Luxury Hotel
Fioraio Bianchi Caffè