Antica Amaretteria

Un amouse-bouche per la festa della mamma

Testo di Piergiuseppe Bernardi

Antica Amaretteria

Amaretti che nascono da una tradizione artigiana

La forza del Made in Italy non di rado risiede nel suo tratto artigianale. Proprio quello che fin dai suoi inizi caratterizza la Antica Amaretteria, il cui laboratorio ha attualmente sede a Incisa Scapaccino. Nata negli anni Trenta a Mombaruzzo e divenuta gradualmente una delle realtà produttive più rappresentative della qualità degli amaretti del Monferrato, questa azienda ha continuato a muoversi nell’alveo di una tradizione che, proprio mantenendo una connotazione artigianale, ha saputo trasformare questi singolari dolci in un prodotto conosciuto e apprezzato ben al di là dei confini locali.

Un dolce singolare dal sapore indimenticabile

Per un presunto dolce, chiamarsi “amaretto” potrebbe risultare penalizzante. Non è però certo stato questo pur singolare nome a impedire che gli amaretti del Monferrato venissero apprrezzati e ricercati in passato e continuino ad esserlo anche oggi. A renderli unici, infatti, è il loro seducente impasto: proprio quello che la Antica Amaretteria, gestita con dedizione da Massimiliano Pesce e dal suo staff, continua a declinare in una prospettiva volta per un verso a valorizzarne appieno la tradizione e per l’altro a rideclinarla per renderla più sintonica al mercato odierno.

Il segreto degli amaretti autentici

È proprio su questo impasto che l’Antica Amaretteria ha puntato ed è da questo impasto che nasce il suo successo: una sapiente combinazione di mandorle scelte, sia dolci sia armelline, che vede proprio queste ultime conferire agli amaretti la nota apparentemente anomala che invece ne contraddistingue e ne rende estremamente accattivante il gusto. Sarà dunque questa miscela, triturata finemente e impastata con zucchero semolato ed albume, a venire plasmata a mano in piccole palline destinate a trasformarsi, dopo la cottura in forno, in un indimenticabile dolce assolutamente gluten free!

Antica Amaretteria

Una novità… per la “Festa della mamma

Alla versione classica, che a nostro avviso rispecchia più fedelmente il sapore d’antan degli amaretti, il laboratorio guidato da Massimiliano Pesce ha fatto seguire nuovi gusti: alla nocciola tonda gentile, al cioccolato, all’amarena, alla scorza di limone, all’arancia candita. Ed è proprio quest’ultima versione di amaretti, realizzati anch’essi a mano, che è stata scelta dall’Antica Amaretteria per un regalo appositamente pensato per la “Festa della mamma”. E che, in quanto regalo, sono contenuti in una elegante confezione in latta appositamente colorata e decorata proprio per questa occasione.

www.anticamaretteria.com

Sponsor

Sponsor