Back to Basic

Una linea di vini che riduce al minimo l'impatto sull’ambiente

Testo di Giovanna Moldenhauer – Photo @ Pizzolato

Temi estremamente attuali

Rispetto per l’ambiente, sviluppo sostenibile, responsabilità sociale e condivisione degli impegni con i propri fornitori: la Cantina Pizzolato, cantina trevigiana specializzata in vini bio e vegan dal 1991, presenta la nuova linea Back to Basic che riduce al minimo l’impatto sull’ambiente con sei elementi eco : dai vini al tappo, dal vetro alla capsula, dall’etichetta al cartone dell’imballaggio. Un progetto nato volutamente nel quarantesimo anno di attività della cantina trevigiana e coinvolge l’intera filiera del packaging che gravita attorno alla realizzazione di una bottiglia.

I vigneti di Cantina Pizzolato

Il contenuto e la chiusura

I vini Back to Basic sono certificati bio e vegan in ogni passaggio di produzione della filiera. A questa linea sono dedicati circa 15 ettari in cui vengono coltivati Pinot Grigio, Raboso Piave, Pinot nero, Manzoni Bianco e Chardonnay, tutti in versione monovitigno e vigneti in provincia di Treviso. Il  tappo utilizzato è il twin top evo di Amorim Cork, interamente in sughero, materiale ecologico e sostenibile al 100%, naturale, rinnovabile, riciclabile e riutilizzabile che permette di compensare un livello di CO₂ pari a 297 grammi. L’inchiostro utilizzato per le scritte sul tappo è adatto al contatto alimentare.

L’esterno della cantina rivestito con legni provenienti dalla foresta del Cansiglio, certificata Pefc

Il contenitore e il sigillo

Il  vetro utilizzato è wild glass, la cui miscela è composta per il 94% di materiale riciclato. E’ 100% certificato PCR (post consumer recycled) e consente una produzione il cui impatto ecologico è estremamente ridotto. L’elemento chiave della sostenibilità si somma poi all’elevato livello di personalizzazione che tale materiale consente. Si è voluto accentuare l’unicità della linea e l’imperfezione del vetro riciclato utilizzando una texture che ha un effetto vintage. La  capsula presenta anch’essa elementi di ricerca e sviluppo green in quanto deriva da materiale di riciclo.

Dettaglio dell’etichetta apposta su ogni bottiglia

L’identificazione e la confezione 

L’ etichetta in carta 100% riciclata e certificata FSC®, non contiene plastiche o altri materiali di derivazione non naturale ed è ottenuta dallo scarto della lavorazione dell’industria del cotone. Occupa sulla bottiglia il minor spazio possibile ed è un pezzo unico fasciante così da ridurre l’impatto della colla. Inoltre la tecnica del debossing riduce al minimo l’uso d’inchiostri il cui colore è inciso con lavorazione offset, meno impattante anch’esso. Infine, l’imballo del  cartone presenta il 79% di carte riciclate mentre per la stampa sono stati utilizzati colori a basso impatto ambientale.

Dalla bottiglia ai tappi

www.lacantinapizzolato.com

Sponsor

Sponsor