Cantine d’Italia 2021

GoWine presenta la Guida per l’enoturista

Testo di Silvana Delfuoco

Una Guida per mettersi in viaggio

Ben 790 cantine da visitare, con oltre 4350 vini segnalati tra cui 235 impronte d’eccellenza, nonché 1500 indirizzi dove fermarsi a mangiare e a dormire. Stiamo parlando della nuova edizione di CANTINE D’ITALIA 2021 – Guida per l’enoturista, curata dall’Associazione GoWine, uscita in libreria lo scorso 16 dicembre e ora in attesa di un prossimo evento di  presentazione al pubblico anche in presenza. Con la speranza che giunga davvero presto il momento in cui potremo finalmente metterci in viaggio alla scoperta dei grandi vini della nostra Penisola. 

Cantine d’Italia 2021 - Guida per l’enoturista - GoWine
Cantine d’Italia 2021 – Guida per l’enoturista – GoWine

GoWine: un’Associazione di…vino

Nata ad Alba nella primavera del 2001 con l’obiettivo di promuovere e praticare il turismo del vino, GoWine si rivolge  al consumatore “di qualità”, che ama viaggiare non soltanto per conoscere il prodotto, ma anche il suo luogo di produzione. La cantina, il vigneto, il paesaggio che li circonda con la sua cultura e le sue tradizioni diventano così parte integrante del momento clou della degustazione, e contribuiscono a valorizzare il lavoro  del viticoltore. A  questo scopo sono sorti negli ultimi anni diversi club sparsi su e giù per l’Italia, dove si organizzano e si coordinano eventi.

Una guida alla Guida

Non una Guida ai vini, ma una Guida alle cantine. Perché è attraverso le cantine che si giunge al vino, anzi ai vini, da conoscere e da degustare, e non il contrario. Ogni scheda di presentazione indica infatti il Vino top, che però non è necessariamente il più caro, ma il più rappresentativo della produzione aziendale. Degli altri vini Da conoscere vengono semplicemente indicate alcune caratteristiche, lasciando all’enoturista il compito di completarne la descrizione. Ed è sempre pensando all’enoturista che alcune aziende sono contraddistinte da Il fattore D: segnala la disponibilità all’apertura domenicale.

La Guida e le bollicine

È dunque proprio per la sua particolare natura che la scoperta delle cantine produttrici di bollicine sulla Guida non è così immediata. Un aiuto non indifferente può comunque venire  dalla consultazione dei Percorsi autoctoni, che segnalano le cantine  per vitigno/vino e per regione e ne facilitano l’identificazione. Ma per fare davvero qualche scoperta inattesa, il consiglio non può che essere uno solo: mettetevi comodi e cominciate a sfogliare. Non ve ne pentirete.

Info: www.gowinet.it

Sponsor

Sponsor