Fattoria di Petrognano: la svolta biologica

La Fattoria di Petrognano, situata sulle colline di Montelupo Fiorentino, sta vivendo un periodo di rinascita con importanti trasformazioni arrivate dopo anni di ricerca, sviluppo senza dimenticare peraltro la tradizione. Con il contributo del cambio generazionale in atto è stato ottenuta la certificazione di agricoltura biologica, sono state applicate tecniche di vinificazione innovative con nuovi impianti viticoli di prossima realizzazione. La famiglia Pellegrini così non è più solo importatore e distributore di vini e distillati di alta qualità in tutta Italia, ma anche produttore agricolo.

L’impegno è nei confronti della natura che da sempre dona i propri frutti e che viene, quindi, ripagata in modo esemplare con la scelta di passare a un sistema più rispettoso dell’ambiente. La conduzione dell’azienda effettuata in una filosofia che mette la valorizzazione del territorio in primo piano, è suffragata dal regime biologico certificato e dal far parte di un’area protetta per la ripopolazione faunistica che valorizza ancora di più la purezza delle uve prodotte. In quest’ottica nasce il percorso di conversione al biologicodel Chianti Meme vino simbolo di Fattoria di Petrognano.

L’uso di Sangiovese al 90%, con un 10% di Canaiolo, alla Fattoria di Petrognano è la testimonianza di un ritorno al passato, che prevedeva l’uso delle sole uve toscane. La separazione dei diversi vigneti viene fatta in relazione all’età delle piante e alla loro potenzialità, seguita dall’uso di contenitori di cemento e acciaio nella costante ricerca di un’espressione del frutto più autentica possibile. A partire dalla produzione 2018 il Chianti Meme rientra nella denominazione Chianti Superiore DOCG. La scelta del nome di questo vino, Meme, è legata al soprannome che il nipote Emanuele dava al nonno recentemente scomparso, anche lui Emanuele.

Un altro particolare vino prodotto dalla Fattoria di Petrognano è rappresentato da Orci Toscana IGT, Sangiovese al 100% vinificato, fermentato e affinato in anfore di terracotta al naturale, con una macerazione sulle bucce di tre mesi, rappresenta un ritorno al passato: ecco come le uve autoctone venivano vinificate da tradizione. Dall’annata 2017 tutti i vini di Fattoria di Petrognano sono certificati biologici. Rinomato per la sua qualità è anche l’Olio Extravergine di Oliva Toscano IGP, ricavato dalla spremitura a freddo delle olive, raccolte a mano con l’ausilio di piccoli rastrellini e portate il giorno stesso al vicino frantoio.

Testo di Giovanna Moldenhauer

www.petrognano.it

Sponsor

Sponsor

Iscriviti alla nostra newsletter
Rimani aggiornato sulle novità di Bubble's Italia