Procida

Capitale italiana della Cultura 2022

Testo di Carmen Guerriero

Procida Capitale Italiana della Cultura

Se a diventare capitale è un’isola

E’ Procida, splendida isola della Campania ad aver conquistato il titolo di Capitale italiana della Cultura del 2022. La proclamazione, è avvenuta lunedì 18 gennaio in video conferenza attraverso un sms del presidente di giuria nominata dal Mibact, prof. Stefano Baia Curioni al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini. “Oggi è una giornata che da un segnale importante, parliamo della Capitale Italiana della Cultura 2022 – ha sottolineato il ministro – ovvero di un futuro in cui il turismo sarà tornato alla normalità. L’offerta culturale italiana ed il turismo nazionale ed internazionale torneranno imponenti e fortissimi così come sono stati fino al Gennaio 2020”.

Tra poesia e sostenibilità

“Il contesto dei sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato. La dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria. La dimensione laboratoriale che comprende aspetti sociali di diffusione tecnologica è importante per tutte le isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto potrebbe determinare grazie alla combinazione di questi fattori un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del Paese. Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al Paese nei mesi che ci attendono”. 

Procida

Non solo Matera

La nomina di Matera a Capitale Europea della cultura 2019, avvenuta nel 2014, ha valorizzato anche tutte le altre cinque città finaliste: Lecce, Siena, Cagliari, Perugia-Assisi e Ravenna. Nel 2016 il titolo è passato a Mantova, nel 2017 a Pistoia, nel 2018 a Palermo, nel 2020 e 2021 a Parma, scadenza prorogata per la pandemia. Pari titolo per la Capitale Italiana della Cultura del 2023 a Bergamo e Brescia, le città più colpite dalla prima ondata di pandemia.

Un volano per la Campania

Oltre alla somma di un milione di euro dal Ministero dei Beni Culturali per progetti di valorizzazione del territorio, il titolo di Capitale della Cultura è una straordinaria opportunità di ricadute positive e concrete sullo sviluppo turistico e sulla fruizione del patrimonio culturale di Procida. Sarà quest’ultima a trasformarsi così in un volano capace di valorizzazione l’immagine complessiva del sistema turistico e culturale dell’intera Campania. 

Sponsor

Sponsor